Cannabis, Radicali: Ok Mantero, dal 2016 attende discussione nostra pdl popolare per legalizzarla

È come se lo Stato dicesse: ‘puoi fumarti uno spinello, l’importante è che lo acquisti al mercato nero’.

cann

In Italia consumare cannabis non è un reato, lo è invece auto produrla, coltivandosela sul balcone o in giardino. Ed è un reato per cui si rischiano fino a 6 anni di carcere. È come se lo Stato dicesse: ‘puoi fumarti uno spinello, l’importante è che lo acquisti al mercato nero’. In altre parole, non solo lo Stato protegge ma addirittura promuove l’acquisto al mercato nero. Per questa ragione consentire la coltivazione per uso personale è il primo atto necessario per superare questo paradosso”, lo dichiara in una nota Antonella Soldo, Tesoriera di Radicali italiani.

“Bene, dunque, la proposta di legge del senatore Mantero, che inviteremo presto a far parte di un nuovo intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis: ricordiamo infatti che dall’ottobre del 2016 giace in parlamento una proposta di legge di iniziativa popolare che come Radicali Italiani e Associazione Coscioni, insieme a numerose organizzazioni, abbiamo presentato per la legalizzazione della cannabis e la decriminalizzazione dell’uso di tutte le altre sostanze. Discuterla è una necessità per aprire in parlamento un dibattito non più rinviabile su una grande questione aperta nel paese, dal punto di vista sociale, della giustizia, della salute e della libertà dei cittadini. E per rispettare la volontà di decine di migliaia di cittadini che con la loro firma hanno chiesto al legislatore di assumersi le proprie responsabilità”, conclude Soldo.

Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA