Aggressione antisemita Finkielkraut pericolo per la pace europea

Dichiarazione di Silvja Manzi, segretaria di Radicali italiani.

Ieri a Parigi il filosofo francese Alain Finkielkraut è stato circondato e aggredito verbalmente con pesanti insulti antisemiti.

Al di là della evidente deriva violenta delle manifestazioni dei “gilet gialli” preoccupa l’escalation antisemita partita con scritte sui negozi e sui muri e culminata, per ora, con queste minacce, gravissime anche se fossero state rivolte a un ignoto parigino e non a un eminente accademico che dà lustro alla Francia e all’Europa.

“Sporco ebreo”, “sporco sionista”, “il popolo ti punirà”, “la Francia è dei francesi”… sono slogan vecchi di un secolo, preludi di due guerre mondiali che hanno devastato l’Europa. Possiamo ignorarne la gravità?

Oggi dobbiamo, da nonviolenti, urlare ovunque, sui social e nelle piazze:
Siamo tutti ebrei, siamo tutti europei!

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA