Droghe, Soldo: Da Lega ddl scellerato che colpisce consumatori. Italia come Filippine?

La guerra alla droga del Ministro Salvini non vuole fermare il narcotraffico ma colpire i consumatori: azzerare la modica quantità vuol dire ritenere un criminale chiunque faccia un tiro a uno spinello.

dims

“Il disegno di legge presentato dalla Lega per raddoppiare le pene per lo spaccio e azzerare la “modica quantità” è irresponsabile e scellerato” lo dichiara Antonella Soldo, portavoce di Weedo, la nuova campagna di Radicali Italiani per la legalizzazione della cannabis.

“Già oggi i detenuti in carcere per droga sono il 34%”, prosegue, “e non sono grandi narcotrafficanti: nella maggior parte dei casi sono piccoli spacciatori o addirittura consumatori. Inoltre il 25% dei detenuti è tossicodipendente. La guerra alla droga del Ministro Salvini non vuole fermare il narcotraffico ma colpire i consumatori: azzerare la modica quantità vuol dire ritenere un criminale chiunque faccia un tiro a uno spinello. Dove credono di essere, nelle Filippine di Rodrigo Duterte dove ammazzano per strada chi fa uso di sostanze?

Un provvedimento del genere avrebbe conseguenze drammatiche”, aggiunge. “Il Parlamento deve farsi vivo su questo tema. Pochi giorni fa abbiamo lanciato la campagna Weedo e inviato a tutti i 630 deputati una lettera con un seme di cannabis per ricordare loro che bisogna innanzitutto riaccendere un dibattito serio e responsabile sulla legalizzazione della Cannabis.

Una questione sociale aperta come quella delle droghe non va lasciata a chi la affronta con proposte repressive e un approccio probizionista che si è già rivelato dannoso e fallimentare sotto ogni aspetto”, conclude Antonella Soldo.

Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA