Immigrazione: La ragionevolezza della pdl “Ero Straniero” in risposta alla strumentalizzazione del fenomeno

Manzi: Il PD sostenga apertamente e convintamente il progetto di legge di iniziativa popolare “Ero Straniero”

Dichiarazione di Silvja Manzi (Segretaria di Radicali Italiani):

«In questi giorni la vicenda della Sea Watch3 ha dominato la scena dell’informazione. Ancora una volta il cinismo di questo Governo si è dimostrato senza freni, lucrando ogni giorno di più sulla pelle di disperati che scappano da fame e guerre, picconando – di nuovo – lo Stato di diritto con inqualificabili richieste di arresto in barba alla separazione dei poteri, fomentando odio e violenza (solo verbale, per ora).

Inqualificabile, in aggiunta, la pubblicazione della foto segnaletica della Capitana Carola Rackete, in patente violazione dei più elementari diritti e della legge.

Per contrastare questa pericolosa deriva antidemocratica occorre una proposta alternativa credibile. Sulla questione immigrazione noi affermiamo che quella proposta c’è già ed è in Parlamento.

Una proposta che ha la forza della iniziativa popolare, di oltre 90.000 cittadini che l’hanno firmata e presentata. Quella proposta è “Ero Straniero”, un progetto di legge promosso da Radicali Italiani con decine di organizzazioni e associazioni.

In queste settimane quella proposta, che vuole abrogare la Legge Bossi-Fini che produce clandestinità anziché limitarla, che punta sul lavoro e la regolarizzazione, sui diritti e sui doveri di chi arriva nel nostro Paese, ha finalmente iniziato l’iter parlamentare.

Questo è il modo di aumentare la sicurezza degli italiani perché più c’è integrazione, più c’è regolarizzazione meno ci sono crimini, come dimostra qualsiasi dato.

L’auspicio è che l’intero Partito Democratico, e tutti i parlamentari che non ne possono più di questo gioco al massacro, sostengano con forza, convinzione, determinazione e impegno il testo di legge, per dimostrare che possiamo governare il fenomeno dell’immigrazione con lungimiranza e ragionevolezza, salvaguardando i diritti di chi arriva e di chi già oggi vive in Italia.»

Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA