Cannabis/Fermo Bernardini. Manzi e Soldo: Che sia l’occasione per aprire dibattito serio su legalizzazione

Manzi e Soldo (Radicali italiani): Rita Bernardini denunciata a piede libero per un reato che ogni anno costa la detenzione per migliaia di cittadini

“Le autocoltivazioni di cannabis di Rita Bernardini sul proprio terrazzo sono note, perché autodenunciate e pubblicamente documentate sui social da anni. Ma mentre la cronaca quotidiana ci riferisce ogni giorno di mega operazioni antidroga che portano ovunque al sequestro di minime quantità di cannabis, non un atto da parte delle autorità era stato avanzato finora, nonostante la palese e pubblicizzata flagranza di reato. – Hanno dichiarato Silvja Manzi e Antonella Soldo, segretaria e tesoriera di Radicali italiani, commentando il fermo avvenuto questa mattina dell’esponente radicale Rita Bernardini, denunciata a piede libero per coltivazione di sostanze stupefacenti – Il sequestro delle piante che aveva sul terrazzo, dunque, è il provvedimento minimo data la situazione.

Speriamo sia l’occasione per aprire finalmente un dibattito serio sulla legalizzazione, che parta proprio dall’affrontare il paradosso dell’autocoltivazione: oggi in Italia non è reato consumare cannabis, ma si rischiano fino a 6 anni di carcere per l’autocoltivazione.

È come se lo Stato assicurasse il monopolio saldamente nelle mani della criminalità organizzata. Ed è un paradosso che ogni anno costa ingiuste carcerazioni a migliaia di cittadini.”

Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA