Il processo Markiv: Ombre russe sulla politica, la giustizia e l’informazione italiana

Domani, giovedì 25 luglio, alle ore 16.30, presso la Sala Nassirya del Senato, si terrà una conferenza stampa sul processo al soldato della Guardia nazionale ucraina, Vitaly Markiv, che ha la doppia cittadinanza ucraina e italiana e che è stato condannato dal Tribunale di Pavia per l’omicidio del fotoreporter Andrea Rocchelli e del giornalista, interprete e dissidente russo Andrej Mironov avvenuto nel 2014 in una zona dell’Ucraina orientale contesa tra le forze ucraine e le milizie separatiste filorusse.
Le caratteristiche del processo e della campagna di (non) informazione su di esso, in larga misura coincidente con la versione dei separatisti russi, sono particolarmente inquietanti in un momento in cui emergono, anche ad altissimi livelli istituzionali, le prove della capacità di influenza e di condizionamento del regime russo sulla politica e sulla società italiana.
Interverranno Emma Bonino, senatrice di +Europa, Raffaele Della Valle, avvocato di Vitaly Markiv, Gian Domenico Caiazza, Presidente dell’Unione delle Camere penali e Silvja Manzi, segretaria di Radicali italiani.
I giornalisti possono accreditarsi secondo le modalità consuete inviando un fax allo 0667062947
Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA