Lega e M5S due facce della stessa medaglia. Costruire alternativa a democrazia illiberale

Lega e M5S divisi da interessi e rapporti di potere, le accuse di questi giorni non possono cancellare questa realtà

“Il Governo gialloverde è stato il perfetto rappresentante di una cultura che ha eretto il disprezzo dello Stato di diritto e delle libertà fondamentali a fondamento dell’azione di governo.
Le leggi in materia di giustizia e di sicurezza, per non parlare delle sinistre riforme costituzionali per ‘rottamare’ la democrazia rappresentativa, portano la firma di entrambi i partiti e sono state approvate con i voti dei parlamentari della Lega e del M5S, che condividono tutte le responsabilità di questi quattordici mesi di governo.” Lo dichiara Silvja Manzi, segretaria di Radicali Italiani.
“A dividere Lega e M5S non sono state le idee, ma gli interessi e i rapporti di potere. Le liti e gli scambi di accuse tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio non cancellano questa realtà. La Lega non è una alternativa al M5S e il M5S non è una alternativa alla Lega. Sono due facce della stessa medaglia antiliberale e antieuropea, due terminali della stessa rete internazionale populista che risponde agli ordini del Cremlino.

Oggi, con l’Associazione Radicale Certi Diritti, siamo stati a Torino e Milano, davanti alla Prefettura e al Consolato russo, proprio per ricordare, con la lettura degli articoli della Costituzione italiana, della Costituzione della Federazione Russa e della Convenzione europea dei diritti umani, le violazioni costanti da parte del regime putiniano cui molti nostri governanti guardano con favore.

L’impegno di quanti vogliono contendere l’Italia a questa deriva, che oggi coinvolge vaste maggioranze sociali, dovrebbe essere – conclude Silvja Manzi – quello di costruire una vera alternativa politica e culturale ai campioni della democrazia illiberale.”

Tag:,

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA