Piemonte. Appello assessori leghisti a Mattarella, vergognoso uso strumentale delle istituzioni.

Manfredi: Presidente Cirio, nulla da dichiarare?

Non bastava lo striscione sul “caso Bibbiano” esposto (per fortuna per poco) al balcone della Giunta Regionale del Piemonte. L’appello degli assessori regionali leghisti e del presidente del Consiglio Regionale al Presidente Mattarella per “elezioni subito” non ha precedenti nei 50 anni di vita della Regione Piemonte – dichiara Giulio Manfredi, della Giunta di Radicali Italiani, e prosegue – Si tratta di un vergognoso e inammissibile uso strumentale delle istituzioni regionali per fini di parte. I leghisti piemontesi prefigurano quello che sarà l’uso strumentale delle istituzioni da parte di Matteo Salvini se assumerà i “pieni poteri” da lui auspicati. Certo, in questi mesi abbiamo avuto ampia testimonianza della disinvoltura istituzionale del Ministro dell’Interno. Ma un governo interamente leghista (con contorno di Meloni e Berlusconi) sarebbe molto peggio.

Il Presidente Cirio non ha nulla da eccepire, come nulla ha eccepito sullo striscione?

Per scongiurare la sciagura di consegnare il Paese a Salvini tra cento giorni – conclude Manfredi – Radicali Italiani ha lanciato un Appello per la formazione di un governo di reale alternativa europeista. Invito tutti i cittadini piemontesi a firmarlo, a partire dai parlamentari eletti in Piemonte.

14 agosto 2019

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA