Incompatibilità Truzzu. Tribunale di Cagliari dichiara cessata la materia del contendere

Nella mattinata di ieri, al Tribunale civile di Cagliari, si è tenuta l’udienza in merito al ricorso in materia elettorale presentato il 4 luglio da Laura Di Napoli sulla incompatibilità in cui versava Paolo Truzzu tra le cariche di Consigliere Regionale e di Sindaco della Città di Cagliari.
Il Tribunale, respingendo ogni eccezione circa la modalità di notificazione del ricorso e inesistenza dello stesso, ha dichiarato la cessazione della materia del contendere, essendo venuta meno la causa di incompatibilità contestata.

Silvja Manzi (segretaria Radicali Italiani) e Laura Di Napoli (Comitato nazionale RI):

Esattamente come per il presidente Solinas, solo in seguito alla nostra azione popolare il sindaco Truzzu si è deciso a rassegnare le proprie dimissioni dalla carica di Consigliere Regionale.
L’udienza ci ha però dato l’opportunità di evidenziare la lacuna normativa in ordine all’assenza di sanzioni immediate sia per chi, trovandosi consapevolmente in una situazione di incompatibilità come quella tra Sindaco e Consigliere Regionale, possa continuare a ricoprire il doppio incarico senza un obbligo proprio di dimettersi entro un congruo termine, sia per chi avendo l’obbligo di legge di verificare le condizioni di conflitto non vi provveda.
Così accade che nel combinato disposto degli art. 41 e 69 TUEL, a fronte dell’inerzia del Consiglio che alla prima assemblea deve contestare le situazioni di conflitto e far così decorrere i termini di 10 gg. offerti al candidato per eliminare la causa di incompatibilità, lo stesso candidato possa agevolmente proseguire nel doppio incarico senza alcuna preoccupazione se non attendere che, prima o poi giunga, la contestazione formale da parte del consiglio di cui fa parte, tramite un ricorso elettorale o, come in questo caso, tramite l’esercizio di un’azione popolare ai sensi dell’art. 70 TUEL.
E, lo ribadiamo, solo le due azioni popolari hanno interrotto le cattive pratiche amministrative che hanno comunque consentito che Paolo Truzzu mantenesse indisturbato il doppio incarico di Consigliere Regionale e di Sindaco di Cagliari per oltre un mese e che Christian Solinas ricoprisse il doppio incarico di Presidente della Regione Sardegna e di Senatore per oltre tre mesi.
A questo punto non possiamo non dire… meno male che ci sono radicali a vigilare sul rispetto della legalità da parte delle nostre stesse istituzioni.

Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA