Biotestamento: soddisfatti per firma Speranza, ora Parlamento discuta legge su eutanasia

Niente più impedimenti burocratici alla creazione della banca dati nazionale per le Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) grazie alla firma del ministro della Salute Roberto Speranza, un risultato ottenuto grazie a una diffida e a un successivo ricorso al Tar depositato dall’Associazione Luca Coscioni con le firme di Giulia Crivellini, tesoriera di Radicali Italiani e Filomena Gallo, segretario ALC. La prima udienza si sarebbe dovuta tenere il 16 dicembre 2019.

“Finalmente, come chiediamo da 17 mesi, è pienamente operativa la legge sulle Disposizioni anticipate di trattamento – dichiara Massimiliano Iervolino, Segretario di Radicali Italiani – Si tratta di un sostanziale passo avanti nella libertà di scelta sul fine vita. Ora tocca al Parlamento fare l’ultimo passo: discutere e decidere in merito alla legalizzazione e regolamentazione dell’eutanasia, per consegnare nelle mani di ciascun cittadino la possibilità di scelta. La nostra proposta di legge di iniziativa popolare, consegnata con la firma di ormai oltre 130.000 cittadini, attende di essere portata in aula”.

A spronare il Ministro anche il deputato radicale Riccardo Magi, con un’interrogazione alla quale Speranza rispose annunciando la sua firma al decreto entro il 16 dicembre.

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA