Signor Presidente!   L’iniziativa di Radicali Italiani sui decreti “sicurezza” e la situazione in Libia

Signor Presidente,

QUATTORDICI mesi sono trascorsi da quando ha firmato il decreto legge in materia di sicurezza e immigrazione, con l’invio contestuale di una lettera al Presidente del Consiglio contenente alcune Sue osservazioni.

QUATTRO mesi sono passati dalla conversione in legge del decreto sicurezza bis, accompagnata da una nuova lettera in cui ha segnalato “rilevanti perplessità” e ha richiesto un nuovo intervento normativo.

I due provvedimenti non sono stati ancora modificati e né Parlamento né Governo hanno provveduto a correggere le parti su cui Lei ha chiesto di intervenire.

Eppure, Signor Presidente, Lei ha indicato chiaramente la direzione:

  • In merito alla cancellazione della protezione umanitaria, Lei ha voluto rimarcare che nel nostro Paese è garantito il diritto d’asilo;
  • Riguardo alla messa sotto accusa del soccorso in mare e delle organizzazioni impegnate a salvare vite umane nel Mediterraneo, ha ricordato che l’obbligo di salvare i naufraghi è prioritario.

La questione migratoria è un fenomeno epocale che non si può far finta di rimuovere, come Lei ha ricordato. Mentre in Libia aumentano il caos, le violenze e le sofferenze dei cittadini di quel paese e di quanti si trovano nei centri di detenzione in condizioni terribili, l’Italia e l’Unione europea continuano a supportare alcuni corpi militari libici per impedire ai migranti di raggiungere le nostre coste, in piena violazione degli obblighi internazionali e della nostra Costituzione.

Per tali ragioni crediamo che si debba sospendere il memorandum del 2017 con la Libia, prima della scadenza del prossimo febbraio.

In questi mesi, inascoltati, abbiamo tentato in ogni modo di supportare le Sue richieste. Per questo auspichiamo, Signor Presidente, un Suo nuovo autorevole intervento durante il messaggio di fine anno agli Italiani e con un messaggio alle Camere:

  • Affinché Governo e Parlamento intervengano al più presto modificando i decreti “sicurezza” per far rientrare quanto prima il Paese nella legalità costituzionale e nel rispetto degli obblighi internazionali.
  • Sulla drammatica situazione libica, affinché si metta fine alle violenze verso migliaia di persone rinchiuse in condizioni disumane, richiamando al rispetto dei diritti inviolabili di ogni essere umano.

Confidando nella Sua attenzione, Le porgiamo i nostri più sentiti e cordiali saluti.

 

Massimiliano Iervolino, Segretario Radicali Italiani; Giulia Crivellini, Tesoriere Radicali Italiani; Igor Boni, Presidente Radicali Italiani;

Hanno già firmato tra gli altri (elenco in continuo aggiornamento):

Roberto SavianoOliviero ToscaniEdoardo Zanchini, vice presidente Legambiente; le ong Open Arms, Sea Watch e Mediterranea; i sindaci Totò Martello di Lampedusa; Damiano Coletta di Latina, Gerardo Santomauro di Ventotene Riccardo Travaglini di Castelnuovo di Porto; gli scrittori Fulvio Abbate e Giulio Cavalli; i giornalisti Marianna Aprile, Furio Colombo e Flavia Fratello; i parlamentari Riccardo Magi, Alessandro FusacchiaRossella Muroni, Doriana Sarli, Gregorio De Falco;  i parlamentari europei Pierfrancesco Majorino e Pietro Bartolo; Elena Grandi, Co-portavoce Federazione dei Verdi. I consiglieri regionali Alessandro Capriccioli, Michele Usuelli, Marta Bonafoni Lorenzo Lipparini, Assessore al Comune di Milano;

Francesco Agus, Consigliere regionale Sardegna; Stefano Anastasia, Garante detenuti Lazio e Umbia; Susanna Avesani Pinto, imprenditrice; Giacomo Barelli, Consigliere comunale Viterbo; Sara Battisti, Consigliere regionale Lazio; Daniela Bertazzoni, imprenditrice e presidente di In-Vita onlus; Federica Battafarano, assessore di Cerveteri; Maurizio Bettini, professore di filologia classica all’Università di Siena; Giorgio Bisagna, Presidente di Adduma; Chiara Bisconti, Milanosport, già assessora Comune di Milano; Enza Bruno Bossio, Parlamentare; Marco Cacciatore, Consigliere regionale Lazio; Davide Cammarone, giornalista RAI e scrittore; Marco Cappato, ALC – Eumans; Giuliano Cazzola, economista;Valentina Chinnici, Consigliere comunale di Palermo; Fabio Ciconte, associazione; Massimo Clara, avvocato; Daria Colombo, delegata del Sindaco di Milano alle Pari opportinità; Sara Cunial, Parlamentare; Gaetano D’Amico, presidente del Comitato Esistono i Diritti; Giulio Di Donato, politico; Elio De Capitani, attore; Riccardo De Facci, Presidente CNCA; Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura Comune di Milano; Elena Comelli, Portavoce di SinistraXMIlano; Piercamillo Falasca, viceSegretario +E; Chiara Foglietta, Consigliere comunale Torino; Enrico Forte, Consigliere regionale Lazio; Sandro Gallittu, Segretario CGIL Nuovi Diritti; Filomena Gallo, Segretario Associazione Luca Coscioni; Toni Garrani, attore, doppiatore e conduttore Tv; Riccardo Gatti, Open Arms; David Gentili, Consigliere comunale Milano; Francesca Ghirra, Consigliere comunale Cagliari; Giovanna Giordano, promotrice manifestazioni SI TAV di Torino; Alessandro Gilioli, giornalista de l’espresso; Alessandro Giungi, Consigliere comunale Milano; Tommaso Greco, editore; Jo Squillo, cantante; Salvatore La Penna, Consigliere regionale Lazio; Mauro Leonardi, sacerdote e scrittore; Mario Leone, Istituto Altiero Spinelli; Valentina Leonci, Assessore comune di Martina Franca; Marta Leonori, Consigliere regionale Lazio; Giorgia Linardi, portavoce Italia Sea Watch ; Alessandro Litta Modignani, giornalista;   Don Mario Marchiori, Parroco di Cossato; Charlotte Matteini, giornalista; Eleonora Mattia, Consigliere regionale Lazio; Mirko Mazzali, delegato periferie Milano; Alessandro Metz, armatore di Mediterranea; Emiliano Minnucci, Consigliere regionale Lazio; Carlo Monguzzi, Consigliere comunale Milano; Milly Moratti, Consigliere comunale Milano; Marco Mori, Coordinatore Consulta per la laicità Milano; Alessandra Naldi, già Garante dei detenuti Comune di Milano; Marco Omizzolo, sociologo; Moni Ovadia, attore; Disma Pestalozza, giornalista; Marco Pietripaoli, Direttore CSV Lombardia; Rossella Postorino, scrittrice; Gianluca Quadrana, Consigliere regionale; Rainbow for Africa, associazione; Basilio Rizzo, Consigliere comunale Milano; Stefano Rolando, docente universitario; Pino Rosa, Portavoce di SinistraXMIlano; Filippo Rossi, Direttore Caffeina Festival; Alessandra Sciurba, portavoce di Mediterranea; Nello Scavo, giornalista; Sebastiano Secci, Presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli; Andrea Segre, regista; Elisa Serafini, giornalista; Toni Servillo, attore; Carlo Stasolla, Associazione 21 luglio; Cecilia Strada, Mediterranea; Sergio Tatarano, Assessore comune Francavilla Fontana; Marietta Tidei, Consigliere regionale Lazio; Jacopo Tondelli, giornalista;  Angelo Turco, Consigliere comunale Milano; Daniele Valle, Consigliere regionale Piemonte; Niki Vendola, politico; Simone Zambelli, Presidente 8 municipio Milano; Vittorio Zambardino, giornalista e fondatore di Repubblica.it; Massimo Zedda, Consigliere regionale Sardegna; Mina Welby, co-Presidente ALC; Giulia Innocenzi, giornalista;

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA