Droghe: Un sistema di intervento oltre Rogoredo

Venerdì 13 dicembre, nella Sala Gonfalone di Palazzo Pirelli, a partire dalle ore 10:00 il Gruppo +Europa con Emma Bonino in Lombardia ospita l’incontro di approfondimento e scambio dal titolo “Un sistema di intervento oltre Rogoredo” promosso dal progetto nazionale PAS (Principi Attivi di salute) del CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza) in collaborazione del CEAL (Coordinamento Enti Autorizzati e Accreditati Lombardi).

In un contesto sociale dove convivono forti diseguaglianze nell’accesso alle risorse e in cui crescono nuove forme di vulnerabilità, le strategie di inclusione sociale e di riduzione del danno/limitazione dei rischi hanno permesso di agganciare soggetti vulnerabili spesso invisibili ai servizi in cui il consumo, abuso di sostanze diventa problema grave o potenzialmente complesso. La sperimentazione sul contesto di Rogoredo ed altri territori integrata tra assessorati, istituti pubblici e del privato sociale ha dimostrato importanti risultati e programmato un intervento efficace.

“Nonostante siano ormai passati due anni dall’introduzione della Riduzione del Danno dei Livelli Essenziali di Assistenza, – dichiara Michele Usuelli, medico e consigliere radicale eletto in Più Europa Con Emma Bonino – mancano ancora linee di indirizzo nazionali e finanziamenti certi, indispensabili per garantire l’esigibilità del diritto in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale.”

“Questa lacuna si ripercuote sui sistemi di welfare delle Regioni. – prosegue Usuelli – In Lombardia i servizi che si occupano di tossicodipendenze sono finanziati mediante Fondi POR/FSE (bandi europei), alimentando un fondato rischio che la gestione di emergenze sanitarie, come quelle di Rogoredo e del Parco delle Groane, prosciughi anticipatamente anche le risorse destinate a mantenere attivi i servizi minimi in altre parti del territorio lombardo. Proprio per scongiurare questo rischio abbiamo raccolto l’istanza di una grande parte delle associazioni del terzo settore con cui abbiamo già collaborato e nella prossima discussione del Bilancio di Regione Lombardia presenterò un emendamento da 600.000 euro per garantire che anche nei primi mesi del 2020 sia garantito il mantenimento dei servizi minimi.”.

Durante il corso del convegno le associazioni coinvolte renderanno pubblici i dati sulle tossicodipendenze in Lombardia: “La Relazione appena presentata al Parlamento contiene diversi dati allarmanti. – sottolinea Riccardo De Facci, presidente del CNCA – Aumentano l’uso di eroina, i ricoveri in ospedale per eroina e cocaina, i decessi per droga (334 nel 2018). Nell’anno passato sono state inserite nelle tabelle degli stupefacenti 49 nuove sostanze e altrettante sono entrate e uscite rapidamente dal mercato. Si corrono più rischi e, a volte, non si sa nemmeno cosa si sta assumendo.

Il programma del convegno:

9:30 – Registrazioni

10:00 – Apertura del consigliere Michele Usuelli (+Europa con Emma Bonino) che ospita il seminario.

Saluti Istituzionali di Regione Lombardia.

10:30 Riccardo De Facci – (CNCA) Prossimità e aggancio precoce dalle sperimentazioni ai LEA un sistema in cambiamento.

10:50 Roberta Potente e Claudia Luppi (CNR) Cosa succede in Italia e in Lombardia nel mondo dei consumi giovanili e non solo.

11:10 Alberto Barni (CEAL) – La situazione dei servizi di prossimità in Lombardia dalla sperimentazione alla stabilità.

11:30 Alfio Lucchini (FEDERSERD) – Un servizio pubblico che cambia tra cura e presa in carico precoce.

11:45 Paola Sacchi (Dirigente Assessorato al Welfare)

12:00 Marina Matucci (Dirigente Assessorato alle Politiche per la Famiglia)

12:15/13:30 Tavola rotonda

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA