Migranti: bocciatura Tar della delibera razzista di San Germano (Vercelli) sia d’esempio, ora contro la sindaca intervenga Corte dei Conti

Boni: se il Consiglio comunale farà riapprovare la stessa delibera chiederemo il commissariamento dell’ente

“La tenacia e il metodo radicale hanno vinto di nuovo. Non ci siamo fatti intimidire dalle dichiarazioni minacciose di Michela Rosetta, sindaca leghista di San Germano, né ci siamo fatti scoraggiare dall’inerzia delle istituzioni che non hanno arginato una delibera anticostituzionale e razzista. È vergognoso si debba essere arrivati al Tar per mettere fine a questa oscenità” dichiara Igor Boni, Presidente di Radicali Italiani.

“Ricordiamo alla sindaca, la quale annuncia con spavalderia che farà riapprovare la stessa delibera, che lo scioglimento del Consiglio comunale e il conseguente commissariamento dell’ente possono verificarsi quando lo stesso abbia compiuto atti contrari alla Costituzione o per gravi e persistenti violazioni di legge, fattispecie a nostro avviso compatibili con il testo di delibera approvato”.

Radicali Italiani ha presentato ricorso contro la delibera del Comune vercellese che prevedeva sanzioni per chi avesse ospitato immigrati nelle proprie strutture insieme agli avvocati Gabriele Molinari e Marco Briccarello e al cittadino di San Germano Marco Faccioli.

“Oggi che il Comune è condannato a pagare le spese processuali chiediamo alla Corte dei Conti di intervenire per il danno erariale arrecato: l’irregolarità del provvedimento era evidente fin dal titolo, che fa riferimento alla tutela del territorio ‘dall’invasione/immigrazione delle popolazioni africane e non solo’” conclude Boni.

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA