Coronavirus: no a discriminazioni nei confronti di cittadini e esercizi commerciali cinesi

“Ridicolo ritenere che vi sia un pericolo a frequentare i cittadini cinesi in Italia, i quali possono essere colpiti dalla normale influenza come tutti noi.

L’isolamento del virus su alcuni turisti non può giustificare alcuna forma di discriminazione” dichiara Silvio Viale e Presidente del Comitato nazionale di Radicali Italiani, riunitosi oggi a Roma.

“Si tratta di assumere le normali precauzioni che si dovrebbero avere per l’influenza. – prosegue Viale, che è medico – Eppure c’è chi, come l’ex ministro dell’Interno Salvini, soffia sul fuoco dell’allarmismo per speculazione politica.

Lamigliore risposta alla paura incontrollata è far sì che negozi e locali cinesi siano pieni. Questa sera, quando concluderemo la prima giornata di assemblea del Comitato, contribuiremo andando a mangiare in un ristorante cinese”.

Lo spunto è giunto da Patrizia De Grazia, anche lei membro del Comitato, che, appena tornata da Hong Kong, denuncia le discriminazioni subite dai cittadini cinesi.

Tag:

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA