Hong Kong: a 31 anni da piazza Tiananmen, la Cina ancora una volta guida la repressione di libertà e diritti

Domani, 4 giugno, Radicali Italiani in presidio a Roma alle 18 presso l’ambasciata cinese. Mobilitazioni analoghe a Milano, Torino e Cremona in solidarietà delle vittime di ieri, oggi e domani.

“Domani saranno trascorsi 31 anni dal massacro di piazza Tiananmen senza che nulla sia cambiato. Lo dimostra quanto sta accadendo in questo momento a Hong Kong: il dissenso è messo a tacere con una legge sulla Sicurezza nazionale imposta da Pechino, che consentirà l’arresto di chiunque promuova o partecipi ad attività o azioni considerate ‘sovversive’. Il dissenso viene, di fatto, criminalizzato. La voce dei cittadini di Hong Kong è stata messa a tacere, ma non la nostra. Scenderemo in piazza a Roma, Milano, Torino e Cremona contro questa grave forma di repressione di libertà e diritti perpetrata dalla Cina, l’ennesima e per dare il nostro supporto a chi oggi si trova a dover condurre una lotta più dura che mai” dichiarano Massimiliano Iervolino, Giulia Crivellini e Igor Boni, Segretario, Tesoriera e Presidente di Radicali Italiani.

Il 4 giugno, Radicali Italia sarà in presidio a Roma, alle ore 18, nei pressi dell’ambasciata cinese, in piazza Ecuador.

A Milano alle ore 18.30, presso il Consolato cinese di via Benaco 4.

A Torino alle ore 17.30, in piazza Castello.

A Cremona alle ore 19.30, in piazza Stradivari.

Saranno disponibili foto e video.

Tra gli aderenti domani in piazza, a Torino, Patrizia De Grazia, coordinatrice dell’Associazione Radicale Adelaide Aglietta, nel mese di gennaio a Hong Kong per portare il supporto di Radicali Italiani ai manifestanti, disponibile per interviste.

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA