Election day: Boni sospende lo sciopero della fame al 7° giorno, dopo incontro al Quirinale

Igor Boni, Presidente di Radicali Italiani, ha interrotto lo sciopero della fame, ormai giunto al 7° giorno, in seguito a un momento di confronto sull’election day che ha avuto luogo ieri al Quirinale. All’incontro con Daniele Cabras, Consigliere parlamentare del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, hanno partecipato, oltre a Boni, Massimiliano Iervolino (Segretario di Radicali Italiani), Benedetto Della Vedova (Segretario di +Europa) e Angelo Bonelli (Europa Verde e coordinatore esecutivo Verdi).

“Voglio dare fiducia al dialogo che abbiamo avviato con la più alta carica dello Stato. Un’apertura non scontata che mi spinge a sospendere l’iniziativa nonviolenta iniziata una settimana fa. Auspichiamo di poter proseguire questo percorso e continueremo a tentare in ogni modo di fermare questa deriva antidemocratica, che erode lo stato di diritto. Sono pronto a riprendere lo sciopero della fame se necessario” ha dichiarato Boni.

Nell’incontro che si è tenuto ieri, i quattro esponenti politici hanno rinnovato la richiesta di incontro con il Presidente della Repubblica e ribadito le criticità illustrate nella lettera sottoscritta insieme a Emma Bonino e inviata al Capo dello Stato. Tra queste l’esclusione dalla competizione elettorale delle forze politiche che non godono dell’esenzione dalla raccolta firme per la presentazione delle liste, operazione impraticabile in pieno agosto e nel rispetto delle norme di distanziamento. Radicali Italiani, +Europa e Europa Verde, nel testo destinato al Presidente, denunciano anche l’assoluta inadeguatezza della campagna referendaria in caso di accorpamento con le elezioni regionali e comunali, aggravata dall’insufficiente spazio dedicato, dai media, alle motivazioni sostenute dai comitati che sostengono il no al taglio dei parlamentari.

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA