Immigrazione: non più rimandabile approvare Pdl Ero straniero

“Il 27 ottobre di tre anni fa – afferma Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italiani – abbiamo depositato alla Camera con oltre 90mila firme la proposta di legge di iniziativa popolare Ero Straniero. La sua approvazione non è più rimandabile da parte del Parlamento anche alla luce della crisi e delle nuove priorità che il Covid rende sempre più evidenti”, prosegue.


Leggi il dossier per i 3 anni di Ero straniero


“La recente regolarizzazione, con le sue 200.000 domande, nonostante le inspiegabili restrizioni ai soli settori dell’agricoltura e del lavoro domestico, ha dimostrato come sia forte il desiderio di mettersi in regola per chi è diventato irregolare ed è costretto al nero. Nella nostra proposta si va oltre il meccanismo della sanatoria, consentendo a chi è radicato nei territori ed è rimasto senza documenti, di poter continuare a vivere e lavorare legalmente nel nostro Paese”, aggiunge.

“Superare i decreti sicurezza ha rappresentato un primo passo importante ma non ancora sufficiente. Serve uno sforzo ulteriore: affrontare il tema immigrazione alla radice, superando le iniquità della legge Bossi-Fini, puntando sull’integrazione e creando nuovi canali di ingresso per lavoro. Ora bisogna guardare al futuro”, conclude.


Leggi il dossier per i 3 anni di Ero straniero


Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA