Radicali
img_20190810_192949

XVIII Congresso di Radicali Italiani

Il XVIII Congresso di Radicali Italiani si svolgerà nella città di Torino da venerdì 1 a domenica 3 novembre 2019, presso il Centro Congressi Pacific Hotel Fortino.

In questo ultimo anno, dove la politica italiana ha dato prova del peggio di sé in termini di attacco ai cardini dello Stato, ai diritti e alla separazione dei poteri, noi abbiamo provato in ogni modo, con le nostre poche forze, a dare voce allo Stato di Diritto e alla democrazia come unici antidoti al sopravanzare di regimi antidemocratici e violenti. Lo abbiamo fatto documentando un anno di violazioni perpetrate dal Governo 5Stelle/Lega, con approvazioni di leggi, con dichiarazioni, con azioni, con provvedimenti e proposte di provvedimenti che, giorno dopo giorno, hanno minato alla base la nostra fragile democrazia liberale e hanno portato l’Italia sempre più lontana dall’orbita degli altri Paesi europei.
La stessa informazione italiana pubblica è stata megafono e lievito per costruire nel Paese un clima di paura e di odio che abbiamo contrastato nelle piazze, nelle strade e nelle Istituzioni.
Siamo convinti che proprio il ritorno alla legalità istituzionale e costituzionale siano i primari obiettivi da conquistare per dare al Paese una nuova stagione di riforme liberali di cui ha estremo bisogno; riforme che non possono più fare l’economia di un debito pubblico fuori controllo e di una giustizia che non può più essere considerata strumento nelle mani di questa o quella parte politica, sempre pronte a inneggiare al carcere come risposta a ogni problema. 
Siamo convinti che la ripresa del percorso di integrazione europeo, che prefiguri la nascita degli Stati Uniti d’Europa, sia il principale degli obiettivi da perseguire a livello transnazionale. E siamo convinti che occorra fare l’impossibile perché questo Parlamento colga le occasioni che ha già sul tavolo, per imprimere una spinta in avanti sui diritti umani e la libertà di scelta: parliamo delle proposte di legge di iniziativa popolare che abbiamo contribuito a presentare con il sostegno di oltre 230.000 cittadini: per una riforma radicale (in tutti i sensi!) delle leggi sull’immigrazione tramite il progetto di legge Ero Straniero, per la regolamentazione dell’eutanasia e la legalizzazione della Cannabis.
Pensiamo che ciascuno abbia – e senta – la responsabilità di operare per ricostruire nel Paese un sentimento di speranza, di visione positiva e di passione politica che possa contribuire a cacciare fantasmi del passato che rischiano di tornare.
Per tutto questo, e per molto altro, il Congresso è aperto alle riflessioni e alle proposte che verranno dagli iscritti e dagli osservatori. 

POST COLLEGATI

Press | Comunicati vedi tutti

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA