Forza Silvja! Un voto radicale per +Europa

Il testo dell’appello promosso da molti dirigenti ed eletti della storia radicale per il voto a Silvja Manzi, segretaria di Radicali italiani e candidata capolista di +Europa per le elezioni europee, nelle circoscrizioni dell’Italia Nord Occidentale e Nord Orientale

fs2In tempi ormai lontani qualcuno gridò: “Oggi in Spagna, domani in Italia”. In tempi più recenti, alcuni decenni fa,
qualcun altro gridò: “Oggi a Catania, domani in Italia” e poi: “Oggi ad Ostia, domani a Roma”.
Non abbiamo, ovviamente, l’autorevolezza né del primo, Rosselli, né del secondo, Pannella. Ci viene però oggi

voglia di gridare a tutti gli amici e compagni radicali – a tutti: “Oggi nel nord Italia, domani in Europa”. Oggi a Genova, Torino, Milano, Bologna, Venezia, Trieste e ovunque nelle circoscrizioni dell’Italia nord occidentale e nord orientale, per sostenere in modo militante, chi con un contributo elettorale, chi con un giorno o una settimana di ferie, chi attraverso altri mezzi e altre relazioni, la nostra candidata per eccellenza alle prossime elezioni europee: Silvja Manzi.

E diciamo “nostra” non pensando a un partito o a una sigla radicale in particolare, ma “nostra” nel senso della cultura politica radicale nel suo complesso, di cui Silvja anche in questi anni così difficili, prima e dopo la morte di Pannella, è riuscita a essere un’interprete non settaria e ostile a ogni ripiegamento identitario o “clericale” di una storia che per rimanere viva deve, come tutte le cose vive, diventare sempre diversa da quella che era, nel dipanarsi dei giorni, degli anni e dei decenni… +Europa è anch’essa una manifestazione della diversità radicale, della capacità di cogliere, nelle varie fasi storiche, la chiave migliore per difendere la democrazia e lo stato di diritto dagli attacchi dei suoi nemici.

Silvja, prima come militante, poi come dirigente e tesoriere e oggi come Segretaria di Radicali Italiani, nonché come amministratrice di +Europa incarna per noi quella testarda e concreta voglia riformatrice e liberale dell’Italia e, anche, dell’Europa, lontana dai vaghi e vuoti manifesti “rivoluzionisti”, che fioriscono come non mai in questo periodo elettorale.

Nella sua ormai lunga vita di militante radicale, Silvja è stata anche coordinatrice della segreteria di Marco a Roma, nella sede di Torre Argentina, funzionaria presso il gruppo radicale al Consiglio regionale del Piemonte, e collaboratrice del gruppo radicale al Parlamento europeo. Ha pure passato, senza battere ciglio, un paio di settimane nelle carceri del “dolce” Laos, dopo essere stata arrestata a Vientiane per denunciare la decimazione non solo politica, ma fisica della dissidenza laotiana. Come i suoi amici cambogiani, vietnamiti, laotiani, russi, ucraini, … oltre ai suoi numerosi amici italiani, riteniamo che molto potrebbe portare al Parlamento europeo, all’Unione europea e a noi tutti.

Forza Silvja!

Angiolo Bandinelli
Lucio Bertè
Roberto Cicciomessere
Franco Corleone
Enzo Cucco
Olivier Dupuis
Penelope Faulkner
Valerio Federico
Rosa Filippini

Paolo Ghersina
Nikolaj Khramov
Lorenzo Lipparini
Alessandro Litta Modignani
Riccardo Magi
Giorgio Myallonier
Artur Nura
Sandro Ottoni
Carmelo Palma
Marco Perduca
Olivia Ratti
Yasha Reibman
Mihai Romanciuc
Gianfranco Spadaccia
Lorenzo Strik Lievers
Marina Szikora
Vanida S. Thephsouvanh
Ong Thong Hoeung
Michele Usuelli
Paolo Vigevano
Vo Tran Nhat
Vo Van Ai

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA