No Election Day 20, 21 settembre. Partecipa allo sciopero della fame


Firma la lettera al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella


La scelta del 20 e 21 settembre per le prossime scadenze elettorali e referendarie rappresenta una violazione inammissibile delle regole democratiche.

A partire dal 14 giugno, diversi militanti radicali, insieme al Presidente Igor Boni, hanno iniziato uno sciopero della fame per affermare il diritto contro i soprusi, il rispetto delle regole contro l’indifferenza alla violazioni.

La data di metà settembre rende impossibile la partecipazione delle forze politiche che devono raccogliere le firme per poter presentare le liste, operazione improponibile ad agosto e con le attuali restrizioni.

Una campagna elettorale nel mese di agosto non consentirebbe alle forze politiche di poter informare adeguatamente gli elettori dei propri programmi e delle proprie proposte. Inoltre, la raccolta delle firme necessarie per accedere alle elezioni da parte delle liste che non possono usufruire delle esenzioni previste dall’attuale assetto normativo, si dovrebbe svolgere nel mese di luglio e in parte ad agosto, con le città vuote e nella assoluta impossibilità di reperire autenticatori disponibili.

Questa decisione inoltre, accorpando elezioni e referendum, cancella completamente il dibattito sul quesito costituzionale.

Ad aggravare questa situazione, in un momento di emergenza sanitaria, ci sono le restrizioni dovute alla necessità di mantenere basso il rischio di contagio, con l’obbligo di distanziamento e di sanificazione continua, che rendono sostanzialmente inattuabile la raccolta delle firme, se non al costo di esporre attivisti e cittadini a un grave rischio evitabile.

Si tratta di un evidente vulnus del principio di parità dei mezzi tra tutti i concorrenti: occorre a nostro avviso prendere atto della impossibilità di assicurare, per le date del 20 e 21 settembre proposte, le corrette condizioni di svolgimento delle competizioni elettorali.

 

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA