La difesa dello Stato di diritto va realizzata andando oltre i confini nazionali

di Marco Cappato

La difesa dello Stato di diritto va realizzata andando oltre i confini nazionali.

Con il Movimento europeo di Virgilio Dastoli sto lavorando a una “Iniziativa dei Cittadini Europei” per la creazione di un mecccanismo di valutazione obiettiva imparziale che permetta di verificare l’applicazione dei prinicipi di diritto e libertà dell’Unione europea da parte di tutti gli Stati membri.
L’obiettivo è quello di dotare l’Unione europea di una legislazione che permetta di verificare le disposizioni degli Stati nazionali che riguardano lo Stato di diritto (rule of law) e della loro applicazione concreta, alfine di rafforzare la mutua fiducia tra gli Stati membri e di facilitare l’affermazione dell’Art.7 dei Trattati, riguardante le eventuali violazioni dei valori dell’Unione, e delle regole europee in materia di cooperazione giudiziaria e penale.

I casi recenti più clamorosi di violazione sono quelli della Polonia e dell’Ungheria. Ma il tema riguarda tutti i Governi, e tocca la natura stessa dell’Unione. Come Europarlamentari radicali, già quindici anni fa cercammo di attivare la procedura prevista dall’articolo 7 proprio nei confronti dell’Italia. Purtroppo, ad oggi, non solo le procedure garantiscono che gli Stati si coprano a vicenda l’un con l’altro nella violazione delle regole democratiche, ma non esiste una attività costante di monitoraggio e valutazione da parte della Commissione. Con il risultato paradossale che i Paesi che chiedono l’adesione sono monitorati in modo stretto e rigoroso, mentre per i Paesi già membri non esistono criteri, standard oggettivi, procedure, meccanismi che consentano di tenere sotto controllo in modo costante e non estemporaneo proprio i fattori che determinano la natura stessa di un Governo.

Proporrò al Congresso di sostenere questa proposta e impegnarsi nella raccolta firme.

Una replica a “La difesa dello Stato di diritto va realizzata andando oltre i confini nazionali”

  1. E anche, con il risultato che Paesi già membri e con importanza “di notorietà” possono acusare altri Paesi, senza criteri o argumenti.
    Grazie per una iniziativa a quale non si posso presentare amendamenti, che non e esposta a leggere, che si presenta differentemente delle altri sul sito Europeo, senza links, senza autori del documento spiegativo…
    Mia Madre mi a insegnato una cosa: si non c’e procedura stretta, cualcuno fara male…
    Grazie per accetare la mia limitata capacita di utilisare Italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA