Regione Lazio, Capriccioli: piano sociale enorme passo avanti atteso da vent’anni, inclusione risposta migliore ai professionisti dell’odio

“Questa mattina, nell’aula del Consiglio Regionale, abbiamo portato a compimento un atto di fondamentale importanza approvando il Piano Sociale, che i cittadini della nostra regione aspettavano da vent’anni”.

Lo afferma in una nota Alessandro Capriccioli, consigliere regionale di +Europa Radicali al Consiglio Regionale del Lazio.

“In un momento storico come quello che stiamo vivendo ci è sembrato doveroso dare il nostro contributo a un documento già completo e ricco di obiettivi ambiziosi con alcune proposte dedicate ai cittadini stranieri, attualmente sotto il fuoco della propaganda sovranista: una migliore integrazione tra il sistema governativo e quello dei Siproimi (ex Sprar), mediatori culturali nei Pua, inserimento lavorativo per i titolari di protezione internazionale, una conferenza annuale e un piano regionale per l’immigrazione e l’integrazione. Nella nostra regione a nessuno debbono essere negati i diritti fondamentali che spettano a ogni individuo, e i tanti percorsi di integrazione portati avanti in questi anni non devono andare dispersi: questa -conclude- è la risposta migliore alle politiche di un governo che continua a spaccare la società speculando sull’odio, anziché puntare alla sua coesione attraverso la tutela dei diritti di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA