Battisti, Magi: Ministro giustizia ignora Stato di Diritto e viola la legge

Il Ministro Bonafede continua a inneggiare alla certezza della pena, ma non tiene in alcuna considerazione la certezza del diritto. Il Guardasigilli, pubblicando sulla propria pagina Facebook un video di quasi 4 minuti – montato professionalmente e con colonna sonora – in cui si ripercorreva il rientro in Italia di Cesare Battisti circondato e scortato da agenti della polizia penitenziaria – fisicamente tenuto per le braccia da due di loro – in alternanza con immagini e dichiarazioni dello stesso ministro, ha violato la legge e offeso la Costituzione e le nostre istituzioni“, lo dichiara in una nota Riccardo Magi, deputato radicale di +Europa.

“Come opportunamente ricordato dall’associazione Antigone”, continua Magi, “l’art. 42 bis dell’Ordinamento penitenziario impone l’adozione di «opportune cautele per proteggere» gli arrestati «dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità» e l’art. 114 del codice di procedura penale vieta «la pubblicazione dell’immagine di persona privata della libertà personale ripresa mentre la stessa si trova sottoposta all’uso di manette ai polsi ovvero ad altro mezzo di coercizione fisica».

Evidentemente tali violazioni non sono meno gravi perché il detenuto è un terrorista condannato in via definitiva per reati gravissimi. Ma il Ministro Avv. Bonafede lo ignora”, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA