Manovra: Ecotassa? Serve ecoriforma del fisco. Maggioranza riconsideri nostri emendamenti

“La norma della maggioranza sulla ecotassa presenta diverse criticità. L’aspetto più discutibile, nella forma per ora circolata, è che si potrebbe fruire dei vantaggi senza rottamare alcun veicolo: un po’ come quando gli incentivi ai frigoriferi classe A portarono in molti casi al raddoppio degli apparecchi in possesso delle famiglie e quindi all’aumento dei consumi.

Un altro problema è che si incentivano anche auto di lusso, con effetti distributivi molto dubbi. Inoltre non è previsto un bonus specifico per le elettriche pure che invece hanno bisogno di aiuto, come accade in tanti altri Paesi, per raggiungere una diffusione critica che renda più facile l’investimento anche privato in infrastrutture di ricarica. Ma il problema principale è che né il bonus né il malus previsti si applicano alle emissioni dannose effettive, che dipendono anche dai chilometri percorsi e non solo dal tipo di auto, lo dichiarano Riccardo Magi, deputato radicale di +Europa, e Michele Governatori, membro della direzione di Radicali Italiani.

“Che una norma si ispiri al principio del ‘chi inquina paga’ lo apprezziamo – continuano – Ma se è questa la volontà, allora occorre farlo con coerenza e radicalmente, iniziando in questa manovra una rimodulazione ecologica del fisco, in primis delle accise. Per disincentivare chi inquina o contribuisce ai danni climatici a vantaggio dei redditi di chi non lo fa.

Senza maggiore pressione fiscale. Era l’obiettivo degli “ecoemendamenti” che avevamo presentato alla Manovra: proposte coerenti con la campagna #menoinquinomenopago di Radicali Italiani supportata in passato anche da esponenti del M5S. Ma sono stati tutti respinti in Commissione bilancio.

Chiediamo alla maggioranza di ripensarci, se si vogliono adottare misure serie e concrete su clima e salubrità dell’ambiente”, concludono Magi e Governatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA