Next generation del patrimonio ecologico

XIX Congresso Radicali Italiani Commissione ecologia: l’Europa c’è stata, c’è e ci sarà. E L’Italia?
È solo grazie alle direttive dell’Unione Europea e alle sue procedure d’infrazione se l’Italia è riuscita a fare alcuni passi avanti a livello ambientale. Spetta allo Stato però darsi un ruolo di regolamentazione, controllo e programmazione rispetto alle urgenze del nostro patrimonio ecologico: la bonifica dei 41 Siti di Interesse Nazionale, la messa a gara delle concessioni balneari, lo sfruttamento del suolo, il trattamento delle acque reflue urbane. Presidente: Massimiliano Iervolino
Relatore in congresso: Igor Boni

 

 

o scrivi a info@radicali.it mettendo nell'oggetto il nome della commissione
ecologia

Contributo di Oreste Gallo

Cambiamento climatico e mondo della produzione e del lavoro E’ indubbio che le imprese abbiano un impatto profondo sull’ambiente nel momento in cui decidono come produrre e cosa produrre. Inoltre queste decisioni hanno un impatto che si proietta nel futuro per molti anni, in quanto incorporate in beni capitali. E ugualmente indubbio che le imprese […]

3 marzo 2021
ecologia

Contributo di Riccardo Canevari

Nei comuni il documento fondamentale è il Piano di Governo del Territorio. Sarebbe assai interessante se riuscissimo ad organizzare un seminario per dare a noi che lavoriamo nei gruppi locali una buona conoscenza dei meccanismi di scrittura e revisione del PGT, in modo da potere intervenire durante l’iter della sua stesura. Riccardo Canevari 28 febbraio […]

28 febbraio 2021
ecologia

Contributo di Silvestro Gallipoli

    L’approccio eco-logico alle problematiche ambientali “Costruiamo un patrimonio ecologico” è uno degli obiettivi dichiarati del congresso. Lo scinderei in eco-logico per sottolineare un approccio razionale alle tematiche ambientali lontano dagli slogan ambientalisti, dal mainstream dei media e dal populismo, insomma, da quello che potremmo definire l’”ambientalismo collettivo”. È un approccio controcorrente, di tutta […]

27 febbraio 2021
sfondo-mare-opportunita2

Un mare di opportunità

Le coste italiane sono in mano a una lobby di pochi privilegiati: i balneari gestiscono bagni e stabilimenti sulle spiagge che, appartenendo al demanio, sono sulla carta un bene comune fruibile da chiunque. Di fatto questo non accade perché i balneari beneficiano di proroghe alle concessioni da più di venti anni. Sulle concessioni balneari l’Europa […]

1 febbraio 2021
sfondo-suolo

#Aiutailsuolo

Secondo i più recenti dati Ispra l’Italia perde due metri quadrati di suolo al secondo. Nonostante ciò nella nostra legislazione non esiste ancora una norma sulla protezione e contro il consumo del suolo, una delle principali risorse naturali non rinnovabili. A Livello europeo le direttive su aria e acqua hanno contribuito a migliorare sensibilmente i […]

1 febbraio 2021
basta-merda-in-mare-rimini

Basta merda in mare

In Italia un terzo degli scarichi urbani e industriali va a finire direttamente nei fiumi o nel mare senza alcuna depurazione. Si calcola che il 30% dei comuni su tutto il territorio nazionale sia privo di un sistema di depurazione degno di questo nome con serie conseguenze sia sull’ambiente che sulla salute dei cittadini soggetti […]

1 febbraio 2021
sin-chiudiamo-i-conti

Chiudiamo i conti con il passato

L’impulso europeo, attraverso le sue direttive recepite dalle leggi nazionali, negli anni ha portato alla chiusura o alla riconversione di molti degli impianti ad alto impatto ambientale del nostro Paese. Tuttavia la faccenda dei 41 SIN dimostra che non abbiamo ancora “chiuso i conti con il passato” poiché in quelle zone devastate dall’inquinamento, sia nei […]

1 febbraio 2021

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA