Radical Lab, al via la seconda edizione

Torna dal 20 al 22 settembre a Castellaneta Marina la seconda edizione del Radical Lab, che quest’anno si intitolerà “Lotta a corpo libero”.

Anche per questa edizione la nostra scuola di “politica e disobbedienza” potrà contare sul sostegno dell’Alde Party, la nostra famiglia politica europea di riferimento. e del Parlamento europeo.

È stato difficile scegliere solo 20 giovani tra le tante candidature che ci sono arrivate, ma eccoli qui: sono preparati, motivati, sognatori, irriverenti: in una parola…radicali!

partecipanti-lab

Dopo il successo dell’edizione passata i panel della nuova edizione, animati da speaker che ci raggiungeranno dall’Italia e dall’estero, aiuteranno gli studenti a ripercorrere le storiche battaglie radicali e a scoprire gli strumenti per unire alla storia la fantasia e la visione necessarie a fronteggiare le difficili sfide dell’oggi.

Il Lab di quest’anno, inoltre, sarà il primo punto di incontro con il movimento per alcuni dei 115 iscritti che hanno potuto beneficiare della quota di iscrizione ridotta per i giovani al di sotto dei 28 anni deliberata dall’ultimo Congresso di Radicali italiani. Un successo fatto di tante nuove “prime iscrizioni” al nostro movimento, una boccata di aria fresca che ci sta già arricchendo di nuovi stimoli e idee.

Uguaglianza di genere e diritti delle donne, il monitoraggio delle condizioni carcerarie, il contrasto all’hate speech dilagante in politica, i diritti di partecipazione, le battaglie antiproibizioniste sulla droga e il dovere di disobbedire: saranno i temi politici al centro dei moduli della tre giorni che sta per iniziare che incontreranno una seri approfondimenti sugli strumenti fondamentali del fare politica, come l’organizzazione delle campagne o di una raccolta fondi efficace alla base di una iniziativa politica sostenibile.

Un piccolo assaggio di alcuni degli ospiti che solleticheranno le menti dei nostri giovani attivisti? Marta Lempart, attivista polacca nelle Black Protest; Regina Catrambone, fondatrice del Migrant Offshore Aid Station. E, ancora, avremo con noi il direttore generale di Amnesty International Gianni Rufini, il deputato radicale in Più Europa Riccardo Magi… e tanti altri ancora, che troverai nella pagina dedicata all’iniziativa.

Concedimi, in chiusura, un piccolo ringraziamento. A te, che hai permesso grazie al tuo contributo questa iniziativa che mi riempie di orgoglio. Grazie per quello che hai fatto e che vorrai ancora fare per Radicali italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA